XY Sandro Veronesi

Agorafobia

Dal greco agora (luogo greco dove si riuniva il popolo per mercati, assemblee e affari comuni) e fobos (paura), indica il timore di un individuo di attraversare degli spazi aperti. L'ansia che insorge quando si tratta di uscire di casa può essere lieve o giungere a veri e propri attacchi di panico, che si manifestano con svenimenti, sensazioni di vertigine e in alcuni casi perdita del controllo sfinterico. Tali sintomi si riducono o addirittura scompaiono quando si è accompagnati da una persona di fiducia o nei cui confronti l'agorafobo nutre sentimenti ambivalenti. È più frequente nelle donne e insorge tra i 15 e i 35 anni, tendendo a peggiorare nei periodi di depressione. Secondo Freud l'a. nasconde fantasie legate all'esibizionismo. Secondo Deutsch quello con l'accompagnatore ha tutte le caratteristiche del rapporto edipico.

I criteri diagnostici per l’Agorafobia secondo il DSM-IV-TR sono i seguenti:
Ansia relativa al trovarsi in luoghi o situazioni dai quali sarebbe difficile (o imbarazzante) allontanarsi o nei quali potrebbe non essere disponibile aiuto nel caso di un Attacco di Panico inaspettato o sensibile alla situazione o di sintomi tipo panico. I timori agorafobici riguardano tipicamente situazioni caratteristiche che includono essere fuori casa da soli; essere in mezzo alla folla o in coda; essere su un ponte e il viaggiare in autobus, treno o automobile. Nota: Prendere in considerazione la diagnosi di Fobia Specifica se l’evitamento è limitato a una o solo a poche situazioni specifiche o la Fobia Sociale se l’evitamento è limitato alle situazioni sociali.

Le situazioni vengono evitate (per es., gli spostamenti vengono ridotti) oppure sopportate con molto disagio o con l’ansia di avere un Attacco di Panico o sintomi tipo panico, o viene richiesta la presenza di un compagno.

L’ansia o l’evitamento fobico non sono meglio giustificabili da un disturbo mentale di altro tipo, come Fobia Sociale (per es., evitamento limitato alle situazioni sociali per timore di essere imbarazzato), Fobia Specifica (per es., evitamento limitato ad una singola situazione, come gli ascensori), Disturbo Ossessivo-Compulsivo (per es., evitamento dello sporco per gli individui con ossessioni di contaminazione), Disturbo Post-traumatico da Stress (per es., evitamento di stimoli associati con un grave fattore stressante) o Disturbo d’Ansia di Separazione (per es., evitamento della separazione dalla casa o dai familiari).

Tratto da Simone Dizionari on line

Voci correlate