XY Sandro Veronesi

Protesta virile

Termine utilizzato da Adler, in particolar modo in Temperamento nervoso (1912). Si fonda sul presupposto che la società ritenga la donna inferiore all'uomo e per questo motivo si sviluppi il rifiuto del ruolo femminile, sia nell'uomo sia nella donna, per la quale rappresenta una reazione quasi normale al ruolo che le è imposto dal mondo maschile.
Nella donna, la p.v. si manifesta come aggressività, attivismo e tendenza a dominare chi le sta accanto; nell'uomo, è il risultato dei dubbi circa il proprio ruolo sessuale, oppure della paura di non essere capace di viverlo con successo e, nello stesso tempo, rinforza i suoi pregiudizi contro la donna. Pur essendovi un ruolo determinante dell'aspetto sociale nella p.v., questa trova sovente vie di compenso sessuali, attraverso un'ipersessualità (dongiovannismo e ninfomania) o attraverso la via parafilica (sadismo).

Tratto da Simone Dizionari on line