XY Sandro Veronesi

Separazione [ansia da]

Disturbo che si determina soprattutto nella prima infanzia in conseguenza al distacco dalle figure di riferimento, generalmente i genitori e particolarmente la madre. Può manifestarsi anche nell'adulto come angoscia di perdere le persone che sono ritenute indispensabili per soddisfare il proprio bisogno di protezione e di cura.
Secondo Rank, questa forma di ansia deriva dall'esperienza traumatica che caratterizza la separazione dal corpo materno nel momento della nascita.
Balint interpreta, invece, questo disturbo come una ripresa dell'angoscia primaria avvertita quando la libido riversata sulla figura materna rimane inutilizzata a causa della sua assenza. Questo tipo di ansia può assumere nel bambino forme patologiche anche gravi, che possono portare alla depressione anaclitica.
I bambini affetti da tale disturbo hanno un comportamento normale fino a che è presente la figura primaria di attaccamento, ma nel momento del distacco da questa esprimono forte disagio, accompagnato da pensieri intrusivi e fobie che possono compromettere l'area sociale (ad esempio, quella scolastica).
Tale disturbo può manifestarsi anche nell'adulto a seguito di un evento fortemente stressante di perdita.

Tratto da Simone Dizionari on line

Voci correlate