XY Sandro Veronesi

Laura Antonaz Laura Antonelli

1941

Da bambina con la sua famiglia è profuga durante l'esodo istriano; compie i suoi studi a Napoli, dove sembra attenderla un futuro da insegnante di educazione fisica. Dopo aver girato alcuni caroselli per la Coca Cola, esordì nel cinema interpretando piccoli ruoli in vari film, a cominciare da Le sedicenni di Luigi Petrini del 1965. La sua prima parte importante le fu offerta, nel 1969, dal regista Massimo Dallamano che la scelse come protagonista del film Venere in pelliccia, ispirato al romanzo di Leopold von Sacher-Masoch. Ma l'occasione sfumò a causa della censura che impedì l'uscita del film, riproposto 6 anni più tardi con il titolo Le malizie di Venere.
Nel 1973 interpreta il ruolo di una sensuale cameriera in Malizia di Salvatore Samperi, accanto a Turi Ferro ed al giovane Alessandro Momo. Il film, campione di incassi con 6 miliardi di lire, divenne un vero cult movie, entrando prepotentemente nell'immaginario erotico degli italiani e innalzando l'attrice a "icona sexy" del Belpaese, oltre a farle ottenere il Nastro d'Argento alla migliore attrice protagonista, conferitole dal Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani.

Continua a leggere su Wikipedia

5